Sapore d’estate: Tonnarelli al pesto di basilico genovese con patate e fagiolini. La ricetta originale dello Chef con i vini da abbinare

Con l’arrivo dell’estate, le giornate si riempiono di colori vibranti, sapori freschi e la promessa di momenti indimenticabili. L’FH55 Grand Hotel Palatino di Roma celebra questa stagione di gioia e convivialità offrendo un omaggio alla tradizione culinaria italiana tramite la creatività dello chef Giuseppe Mulargia del Ristorante Le Spighe: i Tonnarelli al Pesto di Basilico Genovese.

Profumi e sapori dell’estate italiana

Questo piatto evoca i profumi e i sapori dell’estate italiana, è una ricetta gustosa e un inno alla freschezza e alla semplicità, perfetto per godere dei momenti di relax estivi in coppia, con amici o in famiglia. La preparazione è semplice e divertente: dalla creazione dell’impasto per i tonnarelli alla realizzazione del pesto fresco utilizzando basilico appena raccolto, pinoli, aglio e formaggi pregiati. Il tutto viene poi completato con l’aggiunta di fagiolini e patate lesse, per un tocco di croccantezza e dolcezza.

Il vino giusto da abbinare ai tonnarelli con pesto di basilico genovese

Per l’abbinamento sono ottimi i vini bianchi, giovani, ricchi di profumi erbacei, sapidi, freschi e di medio corpo. Ecco alcune tipologie che riescono ad esaltare al massimo il sapore dei tonnarelli al pesto:

  1. Pigato: puntiamo innanzitutto sui vini regionali
  2. Vermentino: altra alternitiva regionale, il Vermentino è un vino bianco ricco di profumi avvolgenti tipici degli arbusti costieri liguri, con sentori floreali di tiglio e gelsomino, di frutta a polpa bianca e richiami iodati in chiusura. Il sapore è appagante e pieno, accompagnato da una buona acidità e da una giusta sapidità che assicurano un’ottima capacità di beva.
  3. Sauvignon: usciamo fuori regione dove troviamo tante tipoligie che esaltano le caratteristiche della pasta al pesto come il Sauvignon, perché no dal Friuli.
  4. Muller Thurgau: puoi provare quello trentino.
  5. Riesling: rinomato quello dell’Oltrepò lombardo.
  6. Greco di Tufo: un celebre vino bianco campano che in questo caso specifico va scelto nelle versioni più giovani e fresche.
Tonnarelli con pesto di basilico genovese. La ricetta originale dello Chef con i vini da abbinare

La ricetta dello Chef. Tonnarelli al pesto di basilico genovese

Ingredienti per 2 persone. In basso trovate anche gli ingredienti e la preparazione per fare i tonnarelli in casa.

Per la pasta

  • 50 gr Semola di grano duro rimacinato
  • 100 gr. Farina 00 Grano Tenero
  • 105 gr. tuorlo
  • Sale q.b.

Procedimento per i tonnarelli

  • Preparare la planetaria, utilizzando il gancio come punta. Una volta pronta, aggiungere le farine e, poco alla volta, il tuorlo d’uovo.
  • Far riposare l’impasto in frigorifero per un’ora, dopodiché riprendere la pasta e stenderla aiutandosi con una sfogliatrice elettrica, ottenendo un rettangolo omogeneo spesso 2 o 3 millimetri.
  • Piegare l’impasto su sé stesso e usare un coltello per tagliare delle striscioline spesse un paio di millimetri.

Per il pesto

  • 40 gr basilico fresco (foglie piccole)
  • 50 gr Olio EVO
  • 30 gr Parmigiano Reggiano 24 mesi+
  • 20 gr Pecorino
  • 15 gr Pinoli
  • 1 Spicchio d’aglio
  • Sale fino q.b.
  • 20 gr Fagiolini lessi
  • 10 gr Patate lesse a cubetti

Preparazione del pesto

  • In un mixer mettere basilico, parmigiano, pecorino, 10gr dei pinoli, l’aglio, il sale e cominciatr a frullare aggiungendo l’olio poco alla volta, facendo attenzione a non prolungare troppo l’azione del mixer.
  • Mettere sul fuoco l’acqua, raggiunto il bollore, salarla e calare la pasta.
  • Saranno sufficenti pochi minuti, scolarla e condirla con il pesto, aggiiungere poi i fagiolini e le patate lesse e guarnire il piatto con i pinoli rimanenti.

Consigli: Non spadellare sul fuoco il pesto. È sufficiente amalgamarlo alla pasta appena scolata, aggiungendo al massimo dell’acqua di cottura. Come da tradizione, potete usare il mortaio al posto del mixer!

Articoli consigliati