Quanto costa un vigneto in Italia? Per il Barolo ci vogliono 2,5 milioni di euro a ettaro

In questo articolo abbiamo deciso di affrontare l’argomento: costo vigneti in Italia. Il valore delle vigne, infatti, è diventato un argomento caldo. Soprattutto viste le transazioni da capogiro in alcune aree ad altissima vocazione. In Italia, ci sono circa 652mila ettari di vigneto, secondo lo studio CREA del 2019. Il valore di questi terreni, mediamente, è circa 51mila euro per ettaro.

Variabilità incredibilmente elevata: per il Barolo anche 2,5 milioni di euro

Tirando le somme, complessivamente i terreni generano un valore fondiario di oltre 33 miliardi di euro. Ma all’interno di questo dato medio, la variabilità è incredibilmente elevata. Si va, infatti, dagli 11mila euro per ettaro della Sardegna, fino ai due milioni e mezzo del Barolo. Oppure, dai 13mila della provincia di Orvieto, per toccare i 690mila al lago di Caldaro. Nell’elenco potete scoprire il dato minimo e massimo di ogni zona produttiva d’Italia. (fonte: Federvini)

I vigneti più cari d’Italia

La Langa del Barolo

Barolo

Dove le zolle di terreno sono letteralmente d’oro è nell’area di Barolo. in Piemonte, infatti, un ettaro iscritto alla relativa Docg viaggia sui 1,5 milioni di euro. Ma si tratta della soglia minima perché nei cru più importanti si arriva anche a 2,5 milioni di euro. Mentre appena qualche tempo fa per il passaggio di un vigneto nell’ara più vocata di Langa, patrimonio Unesco, si è parlato addirittura di 4 milioni.

Barbaresco

Stessa dinamica seguita dal Barbaresco, con quotazioni ben inferiori, sui 600.000 euro ad ettaro, stima che, anche in questo caso, sale di molto se si punta sui cru.

Brunello di Montalcino

Altro territorio con quotazioni alte è quello del Brunello di Montalcino, dove la rivalutazione, in poco più di 50 anni di vita della denominazione (la Doc risale al 1966) è stata di oltre il 4.500%, con valori che oscillano tra i 750.000 ed i 900.000 euro ad ettaro. Ma possono anche arrivare a sfiorare il milione nelle vigne top della collina di Montalcino.

Valpolicella

Quotazioni importanti anche in Valpolicella, dove nella zona classica, per i vigneti da cui nasce l’Amarone, si sta tra i 450.000 ed i 550.000, con punte anche di 600.000 euro. (fonte: winenews.it)

Montalcino con le sue piccole frazioni

Gli ettari più pregiati. Le principali aree Doc e Docg (min-max)

Prezzi in migliaia di euro per ettaro – aggiornati al 2019.

Dai 200mila euro in sù

  • Zone del Barolo DOCG Langa di Alba (CN) min 200 – max 1500\2500
  • Colline di Montalcino (SI) vigneti DOCG min 250 –  max 900
  • Zona DOC del Lago di Caldaro (BZ) min 440 – max 690
  • Bassa Val Venosta (Naturno BZ) vigneti DOC min 440 – max 690
  • Valle Isarco di Bressanone (Varna BZ) vigneti DOC min 440 – max 690
  • Vigneti DOCG di Valdobbiadene (TV) min 300 – max 450
  • Bolgheri (LI) vigneti DOC min 200 – max 500
  • Vigneto DOCG colline di Asolo e pedemontana (TV) min 250 – max 380

Dai 110mila euro in sù

  • Chianti Classico (FI) vigneti DOCG min 100 – max 200
  • Vigneti DOCG Chianti Classico (SI) min 90 – max 200
  • Collina bresciana vigneti DOC min 110 – max 120
  • Vigneti DOC nei Colli Euganei (PD) min 55 – max 100
  • Zona del Collio (GO) vigneti DOC min 45 – max 100
  • Vigneti DOC nei Castelli Romani (RM) min 80 – max 100
  • Colli orientali (UD) vigneti DOC min 40 – max 95
  • Vigneti DOC superiore della Valtellina (SO) min 47 – max 90
  • Gattinara (VC) vigneti DOC min 40 – max 80
  • Vigneti DOC nell’alta valle del Nervia (IM) min 45 – max 80
  • Colline litoranee di Albenga (SV) vigneti DOC min 65 – max 80
  • Vigneti DOC nelle colline dell’Enza (RE) min 50 – max 80
  • Colli Albani (RM) vigneti DOC min 60 – max 75
  • Vigneti DOC Moscato nella zona di Canelli (AT) min 40 – max 70
  • Colline di Parma vigneti DOC min 60 – max 70
  • Vigneti DOC nella zona del Piglio (FR) min 50 – max 70

Dai 35mila euro in sù

  • Vigneti da vino DOC e IGT nelle pendici dell’Etna (CT) min 35 – max 95
  • Erbaluce Caluso (TO) vigneti DOC min 41 – max 60
  • Vigneti DOC Cinque Terre (SP) min 35 – max 60
  • Colline litoranee di Chieti vigneti DOC min 25 – max 60
  • Vigneti DOC nelle colline litoranee di Ortona (CH) min 25 – max 60
  • Collina piacentina vigneti DOC min 40 – max 50
  • Vigneti DOC di Matelica (MC) min 25 – max 50
  • Media collina di Ancona vigneti DOC min 30 – max 50
  • Vigneti DOC nelle colline di Montefalco (PG) min 35 – max 80
  • Falerio (AP) vigneti DOC min 22 – max 40
  • Vigneti DOC nella collina del Vulture (PZ) min 25 – 45 max
  • Oltrepò pavese vigneti DOC min 25 – max 35
  • Vigneti DOC nelle colline di Perugia min 25 – max 30
  • Zona del Vermentino di Gallura (OT) vigneti DOC min 19 – max 29
  • Vigneti DOC zona del Cannonau dell’Ogliastra (OG) min 11 – max 15

Nota: I valori fondiari riportati in tabella si riferiscono a terreni e/o intere aziende per i quali è stata registrata una significativa attività di compravendita. (dati fonte: CREA aggiornati al 2019)

Dal nord al sud Italia, ecco i 10 migliori terroir italiani secondo la rivista Decanter

1) In Piemonte, il vero archetipo del Barbaresco è ad Asili, mentre 2) le più celebri vigne per il Barolo sono a Cannubi. 3) Cartizze in Veneto è il più prezioso cru nella patria del Prosecco. 4) Rosazzo in Friuli-Venezia Giulia è da tempo considerato la migliore area per i vitigni Ribolla Gialla, Picolit e Friulano. 5) In Toscana, Panzano nel Chianti Classico ha il suolo prediletto dal Sangiovese, mentre 6) Sesta è unica tra le sottozone di Montalcino. Doppio riconoscimento anche per la Campania: 7) i buoni Fiano sono prodotti in tutta la regione ma i migliori sono prodotti a Lapio, Montefredane e Summonte, mentre l’area di 8) Tufo è rinomata per il Greco (se vuoi approfondire guarda anche l’articolo Guida al Greco di Tufo: aromi, abbinamenti e migliori cantine). 9) Il Vulture è un vulcano spento in Basilicata dove il vitigno Aglianico raggiunge le vette dei grandi Barolo e Brunello. 10) I vini Etna Rosso ed Etna bianco, prodotti sull’Etna in Sicilia, con i vitigni Nerello Mascalese, Nerello Cappuccio e Carricante sono i due vini italiani più celebri del momento. (dati Decanter 2019)

Alcune immagini dei migliori terroir italiani

Asili, Piemonte, vigneti di Barbaresco
Veneto, territorio Col-Vetoraz, Mont del Cartizze
Toscana, le colline del Chianti
Toscana, le colline del Chianti
Basilicata, Vulture. I vigneti della Cantina di Venosa
Sicilia, Etna, vigneti terrazzati. foto di Etna Wine lab
Sicilia, Etna, vigneti terrazzati. foto di Etna Wine Lab

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 17 =