È considerato uno dei più grandi rossi da meditazione del mondo. Ampio, opulento, rotondo, l’Amarone della Valpolicella è un vino a DOCG prodotto solo in Veneto da una base di uve Corvina, Corvinone e Rondinella. Forse non tutti sanno che si tratta di un passito secco: ossia non è dolce, come, per esempio, quello di Pantelleria.

Un tipico Amarone, al naso, colpisce per intensità e complessità aromatica. Il profumo di prugne secche e ciliege sotto spirito si intreccia alla freschezza e alla profondità degli odori di sottobosco. Ogni volta che si avvicina il naso al bicchiere emergono sempre nuove suggestioni: ora i funghi secchi, ora le note ematico-ferrose, ora sensazioni di cacao. Al palato domina la morbidezza glicerinosa. Percepibile il frutto rosso maturo impreziosito da spezie come cannella e vaniglia. Con l’affinamento amplia lo spettro gusto-olfattivo lasciando spazio a percezioni di cuoio, tabacco conciato e caffè tostato.

Appassimento delle uve per la produzione di Amarone della cantina Masi. La barricaia della cantina Massimago e una veduta del paesaggio vitivinicolo della Valpolicella

L’Amarone si abbina con secondi piatti elaborati a base di selvaggina da piuma come il fagiano con noci e tartufo o le beccacce sui crostoni. Inoltre, è un vino che si adatta a particolari tipi di cotture lente come la stufatura e la brasatura. Superba anche l’affinità con i formaggi come il Taleggio, il Reblochon, il Quartirolo, il Murazzano e il Formaggio di Fossa.

Quando si parla di Amarone, si parla di Valpolicella: la fascia pedemontana del Veronese che si sviluppa in 13 valli e che si estende dal lago di Garda fino quasi al confine con la provincia di Vicenza. Inoltre, il disciplinare della DOCG Amarone stabilisce due sottozone: Classico e Valpantena. Per Classico si intende il territorio più tradizionale, mentre Valpantena indica una valle, che divide la Valpolicella Classica da quella orientale.

Veneto, l’area di produzione delle tre tipologie dell’Amarone. (cartina Veneto di www.consorziovalpolicella.it)

Tra le grandi cantine che producono l’Amarone della Valpolicella DOCG e che offrono percorsi di degustazione e visite guidate ci sono:
Allegrini Fumare VR
Musella San Martino Buon Albergo VR
Zenato Peschiera del Garda VR
Venturini  San Floriano VR
Masi Gargagnago di Valpolicella VR
Pieropan Soave VR
Antolini Marano di Valpolicella VR

Related Post

One thought on “Guida all’Amarone: aromi, abbinamenti e migliori cantine”

  1. L’Amarone è il mio vino preferito: davvero ottimo con la carne rossa o i formaggi stagionati. Ma non da sottovalutare con la cioccolata fondente o da meditazione! 🙂
    Vado in Valpolicella una volta all’anno per fare scorta e tra tutti vi consiglio Roccolo Grassi (www.roccolograssi.com), Dal Forno ( http://www.romanodalformo.com) e i Fratelli Vogadori a Negrar (www.vogadorivini.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *