La pasta al forno con il ragù e la besciamella si abbina a vini rossi leggeri, meglio se frizzanti. Si possono provare vini prodotti con i vitigni Sangiovese, Schiava o Aglianico come il Lambrusco Reggiano DOC, il Santa Maddalena DOC e il Gragnano DOC. Ecco gli ingredienti e la ricetta spiegata passo per passo per piatti “abbondanti” e 3 etichette da provare in abbinamento.

  • 1) Lambrusco Reggiano Quercioli della cantina Ermete Medici & Figli di Gaida di Reggio Emilia (prezzo medio 6 euro)
  • 2) A.A. Santa Maddalena della cantina Thurnhof Andreas Berger di Bolzano (prezzo medio 9 euro)
  • 3) Penisola Sorrentina Gragnano della cantina Iovine 1890 di Pimonte (Napoli) (prezzo medio 6 euro)
Clicca sulla foto per ingrandire l’immagine

La ricetta
ingredienti per 4 persone
350 gr di pasta corta (ad esempio penne rigate), 200 gr di carne macinata, 500 ml passata di pomodoro, 1 carota, mezza cipolla, 1 costa di sedano, 50 gr parmigiano grattugiato, 150 ml di besciamella, 1 bicchiere di vino rosso, olio q.b., sale q.b.

  • Tritare grossolanamente la cipolla, la carota e il sedano.
  • Versare l’olio evo in una padella e far riscaldare, poi versare la cipolla, la carota e il sedano tritati per farli rosolare.
  • Aggiungere al soffritto la carne macinata e un bicchiere di vino rosso. Far rosolare per qualche minuto, fino a quando il vino sarà evaporato.
  • Versare la passata di pomodoro, un bicchiere d’acqua e salare. Lasciare cuocere a fuoco basso fin quando il ragù non si sarà addensato.
  • Dopo 15 minuti di cottura del ragù, mettere a bollire dell’acqua in una pentola.
  • Quando l’acqua bolle, salare e versare la pasta.
  • Scolare la pasta al dente e mantecarla nella padella insieme al condimento, aggiungendo una manciata di Parmigiano.
  • Versare il contenuto della padella in una pirofila, cospargendo la superficie con la besciamella.
  • Infornare a 180° fino a quando gli angoli della pasta saranno croccanti (circa 15 minuti).

Related Post

2 thoughts on “Pasta al forno: ricetta e abbinamento con 3 rossi leggeri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *