Guida Michelin: i migliori ristoranti italiani premiati con 3 stelle

Eccoci con il consueto appuntamento con le più importati classifiche dedicate ai migliori ristoranti italiani. Ed in particolare, questi sono i risultati della Guida Michelin Italia 2023. Si tratta di una delle più autorevoli pubblicazioni del settore a livello internazionale giunta alla sua 68esima edizione. In questo articolo abbiamo deciso di concentrarci in particolar modo sui tristellati. A questo link al sito ufficiale trovi tutti i risultati. Inoltre, se ti interessa questo argomento puoi cliccare sul Tag Migliori Ristoranti Italiani oppure leggere i nostri articoli dedicati anche ai risultati di Gambero Rosso e Slow Food.

La guida 2023 in 3 righe

L’Italia ha 38 nuove stelle. Il panorama stellato della guida italiana è di 12 ristoranti premiati con 3 stelle (1 novità), 38 ristoranti con 2 stelle (4 novità) e 335 ristoranti con 1 stella (33 novità).

Come vengono assegnate le stelle

I rigorosi criteri di selezione, applicati in modo omogeneo in 39 Paesi, rendono la Guida un riferimento nel campo della ristorazione. Gli ispettori Michelin operano in modo anonimo seguendo una consolidata metodologia in tutto il mondo e pagano il conto al ristorante, valutando esclusivamente la qualità della cucina in base a cinque criteri definiti dalla guida: qualità delle materie prime, tecniche di cottura, armonia dei sapori, personalità dello chef nei piatti e qualità nel tempo e nell’intero menu.

Il nuovo ristorante italiano premiato con il massimo riconoscimento delle 3 stelle

La Guida Michelin Italia 2023 ha premiato un nuovo ristorante con il massimo riconoscimento delle 3 stelle Michelin: Antonino Cannavacciuolo con il suo Villa Crespi di Orta San Giulio.

Villa Crespi di Orta San Giulio

I 12 ristoranti italiani 3 stelle

Attraverso la conferma di tutti i ristoranti 3 stelle della scorsa edizione, la 68esima edizione della guida porta a 12 il numero di ristoranti che “valgono il viaggio” in Italia:

Villa Crespi ad Orta San Giulio (NO) con lo chef Antonino Cannavacciuolo; Enrico Bartolini al Mudec a Milano dello chef Enrico Bartolini; Uliassi a Senigallia (AN) con Mauro Uliassi; Da Vittorio a Brusaporto (BG) dello chef Enrico “Chicco” Cerea; Piazza Duomo ad Alba (CN) di Enrico Crippa; St. Hubertus Rosa Alpina a San Cassiano (BZ) con lo chef Norbert Niederkofler; Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio (MN) con Nadia Santini; Le Calandre a Rubano (PD) con Massimiliano Alajmo; Osteria Francescana a Modena di Massimo Bottura; Enoteca Pinchiorri a Firenze con Riccardo Monco; Reale a Castel di Sangro (AQ) dello chef Niko Romito; La Pergola a Roma con Heinz Beck.

Prezzi e menù dei 3 stelle Michelin italiani

La domanda sorge spontanea: quanto costa mangiare nei ristoranti degli chef stellati? Come riportato dal quotidiano Il Messaggero ecco i prezzi e i menù dei 12 ristoranti premiati con il massimo riconoscimento delle 3 stelle.

Dal Pescatore – Villa Crespi – Reale – Uliassi

Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio, chef Nadia Santini propone tre menu: il menu della campagna (5 portate 150 euro), il menu d’autunno (7 portate 210 euro) e il menu del pescatore (10 portate 290 euro).

Villa Crespi dello chef Antonino Cannavacciuolo propone tre menu: “Traccia” dal costo di 190 euro a persona, “Itinerario dal Sud al Nord Italia” dal costo di 210 euro a persona, oppure “Mettici l’anima” dal costo di 240 euro a persona. Vini esclusi.

Reale a Castel di Sangro, Niko Romito prevede un menu degustazione unico da 14 portate a 170 euro più 100 euro per l’abbinamento vini. E’ possibile aggiungere al percorso anche piatti dalla carta al presso di 30 euro a portata, ma massimo 3 piatti.

Uliassi a Senigallia, Mauro Uliassi propone 5 menu degustazione: classico da 240 euro, easy classico 210 euro, lab 240 euro, caccia 240 euro. Oppure si possono scegliere almeno 3 piatti dalla carta. Bevande escluse.

Uliassi a Senigallia

Enrico Bartolini – Da Vittorio – Piazza Duomo – St. Hubertus Rosa Alpina

Enrico Bartolini al Mudec a Milano, chef Enrico Bartolini propone 4 menu degustazione 2 Best of e 2 Mudec Experience tutti da 9 portate che costano 350 euro. Il pairing con il vino costa 250 euro. Oppure si possono prendere 3 piatti a scelta dalla carta al costo di 240 euro, oppure 4 piatti al costo di 300 euro. Vini esclusi.

Da Vittorio a Brusaporto lo chef Enrico “Chicco” Cerea propone il menu “carta bianca” da ben 16 portate che costa 350 euro o “Nella tradizione di Vittorio” da 8 portate al costo di 260 euro. Anche qui bevande escluse.

Al ristorante Piazza Duomo, chef Crippa propone diversi menu degustazione: si parte con “Viaggio-Crippa”, 8 portate a 290 euro. Abbinamenti a parte. Un altro menu degustazione si chiama “Dedicato al tartufo bianco d’Alba”: costa 290 euro, ma il tartufo si paga a parte. L’ultimo è il menu “Barolo” con abbinamento a 500 euro oppure con le rarità del Barolo a 1000 euro.

St. Hubertus Rosa Alpina, chef Niederkofler propone “cook the mountain” a 320 euro, bevande escluse. Una selezione di formaggi costa 45 euro, mentre 8 calici di vino e drinks vengono venduti a 220 euro.

 

Dal Pescatore a Canneto sull’Oglio

La Pergola – Le Calandre – Osteria Francescana – Enoteca Pinchiorri

La Pergola di Roma, Heinz Beck ha creato due percorsi degustazione: un menu da 10 portate a 320 euro, oppure 7 portate a 270 euro. Vini esclusi.

Le Calandre a Rubano, chef Massimiliano Alajmo propone tre menu degustazione tutti a 295 euro e tutti da 8 portate: “Classico”, “Max” e “Raf”. Oppure si possono scegliere 3 piatti alla carta a 160 euro, 4 piatti a 200 euro o, 5 piatti a 230 euro.

Osteria francescana di Massimo Bottura è celebre per il suo menu unico che varia di stagione in stagione: al momento il menu che si chiama “Vieni in Italia con me” vanta 12 portate e costa 320 euro. A questi si devono aggiungere 210 euro per l’abbinamento vini.

Enoteca Pinchiorri di Firenze, Riccardo Monco propone 2 menu degustazione: “Madre Terra” da 10 portate a 290 euro vini esclusi, oppure “Evoluzione”, sempre da 10 portate a 290 euro vini esclusi.

Enoteca Pinchiorri di Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

due × uno =