È italiano il Vino Rosso Rivelazione Internazionale del Concours Mondial de Bruxelles 2017. A decretarlo una giuria di 320 membri che ha degustato 9.080 vini da tutto il pianeta a Valladolid in Spagna. I vitigni con cui è fatto? Nero d’Avola e Perricone. Questo a conferma dell’ascesa della Sicilia enoica che conquista il premio più ambito con Terre della Baronia 2014 dell’Azienda Agricola G. Milazzo. Non mancano sorprese per quanto riguarda gli altri vini italiani vincitori nelle diverse categorie in concorso.

In fatto di primati regionali, il Veneto ottiene il maggior numero di riconoscimenti in assoluto (85), seguito da Puglia (78) e Sicilia (63). Ma è la Sardegna a vantare il palmarès più ricco di medagliati in rapporto ai vini in competizione. Allargando lo sguardo a livello mondiale, l’Italia si piazza al terzo posto, dopo Spagna e Francia. Sono 384 le menzioni conquistate dal nostro Paese di cui 13 Gran Medaglie d’Oro, 105 Medaglie d’Oro e 266 d’Argento.

Clicca per ingrandire l’immagine

A livello nazionale, i premiati con il miglior punteggio di categoria (rosso, bianco, rosé, spumante, biologico e liquoroso) sono stati insigniti anche del premio Rivelazione Italiana. Anche per i bianchi eccelle la Sicilia, con il Kikè 2016 delle cantine Fina da uve Traminer Aromatico e Sauvignon Blanc. La Calabria si aggiudica il miglior rosato grazie al vitigno autoctono Gaglioppo utilizzato in purezza per produrre il Donna Rosa 2016 dalla cantina Fattoria San Francesco. Continua il momento d’oro del prosecco che raggiunge il vertice della sezione spumanti con il Millesimato 075 Carati di Piera Martellozzo vinificato come da disciplinare da uve Glera. Alla Toscana va il riconoscimento per il biologico con il blend di Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Petit Verdotvino annata 2012 di Castello di Vicarello.

La prossima edizione  del concorso Concours Mondial de Bruxelles si svolgerà in Cina, nel distretto di Haidian, Pechino, dall’10 al 13 maggio 2018.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *