Vini PIWI cosa sono

Non è facile districarsi tra termini enologici e definizioni. Per questo ho pensato di rispondere alla domande più frequenti sui vini PIWI. Partiamo dal significato: PIWI è l’acronimo tedesco di PilzWiderstandsfähige che significa “varietà resistente alle malattie fungine”. Si tratta di particolari vitigni nati dagli incroci tra viti europee e americane, che assicurano meno trattamenti anticrittogamici, a fronte di un approccio più rispettoso dell’ambiente.

vini piwi cosa sono

Vitigni PIWI

Ora che sai cosa sono i vini PIWI, passiamo a conoscere i nomi dei nuovi vitigni nati da incroci naturali in vigneto. Gli storici Vivai Rauscedo da anni hanno investito in questo ambito e hanno dato vita a diverse varietà. Tra queste ci sono il Cabernet Eidos (incrocio di Cabernet Sauvignon e Bianca), il Cabernet Volos (Cabernet Sauvignon e 20-3), Giulio (Regent e 20-3) a bacca rossa e il Fleurtai (incrocio di Tocai Friulano e 20-3) a bacca bianca.

Associazione PIWI International

PIWI International è un’associazione che promuove lo scambio di informazioni tra istituti di ricerca, allevatori, coltivatori e produttori del mondo PIWI, in modo da consentire la diffusione delle varietá resistenti ai funghi. Fondata nel 1999, conta più di 550 membri provenienti da 21 paesi in Europa e Nord America.

Festival e fiere dei vini PIWI

Uno dei modi migliori e più divertenti per conoscere di persona questo mondo è partecipare ad un wine festival o una fiera del vino PIWI dove poter incontrare i produttori, parlare con loro e degustare centinaia di etichette diverse. Non sono molti gli eventi di questo tipo per ora, tra questi ci sono Irresistibile PIWI wine festival e fiera mercato a Verona, I Vini PIWI a Venezia  sempre in Veneto oppure PIWI Wines il simposio in Friuli Venezia Giulia.

PIWI International Wine Challenge 2023

PIWI International Wine Challenge 2023

Il 22 ottobre si è svolto per la seconda volta il PIWI International Wine Challenge. Sono stati presentati quasi 200 vini. Oltre a Germania, Austria, Repubblica Ceca, Svizzera e Italia, sono stati inclusi anche vini provenienti da Francia, Spagna e Polonia e i risultati sono stati ben oltre le aspettative. Il punteggio più alto (98 punti) lo ha raggiunto il Saphira 2021, un Beerenauslese della Repubblica Ceca della Cantina Ing. Miroslav Volarik. Al secondo posto un vino passito biologico italiano. Il Theia (97 punti) della cantina Nove Lune a Cenate Sopra, Bergamo Italia. In basso i vini Top Gold 2023.

Articoli consigliati