Un appuntamento da segnare in agenda per gli amanti dei vini naturali. Per la prima volta in Sicilia, è di scena NOT Rassegna dei vini franchi. Oltre 100 piccoli viticoltori ed artigiani del vino, infatti, si sono dati appuntamento a Palermo dal 12 al 14 gennaio 2019. In particolare, il programma prevede banchi di assaggio con oltre 500 vini in degustazione, incontri e seminari. Con una speciale attenzione alla viticoltura biodinamica. Scenografia dell’evento sono I Cantieri Culturali alla Zisa, che accoglieranno appassionati, operatori di settore e stampa. Il tutto all’insegna del motto “Do Not Modify, Do Not Interfere”. E la notte, c’è il fuorisalone.

Perché partecipare

  • Per degustare 500 vini naturali da tutta Italia. Con una grande rappresentanza della Sicilia. Non manca, poi, l’Europa con Francia e Austria.
  • Inoltre, sono in programma cene, aperitivi, degustazioni presso ristoranti, pizzerie, enoteche e anche gallerie d’arte sul tema vino naturale con i vignaioli o i vini protagonisti della rassegna nel fuori salone.
  • Per il focus sulla biodinamica. In particolare, NOT ospiterà l’incontro annuale di Renaissance Italia con un ciclo di eventi dedicato al metodo agricolo ispirato ai principi antroposofici di Rudolf Steiner. Ospite d’onore Nicolas Joly, il padre della viticoltura biodinamica.
  • Infine, per abbinare una visita culturale alla città. Prima di tutto ai Cantieri Culturali alla Zisa e poi il Castello della Zisa. Il primo è un plesso risorto dall’ex mobilificio Ducrot, atelier che a cavallo tra l’800 e il ‘900 rese famoso ed esportò nel mondo il Liberty palermitano. E poi il castello inserito nell’itinerario Unesco Arabo-Normanno di Palermo, Cefalù e Monreale.

Come partecipare

Quando: sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 gennaio 2019.
Dove: Cantieri Culturali alla Zisa – Via Paolo Gili 4, Palermo.
Costo ingresso: on-line su www.eventbrite.it 16,24 euro.
Orario: sabato 12 e domenica 13 dalle ore 11:30 alle 19:00. Lunedì 14 dalle 11:30 alle 13:00.
Informazioni: www.rassegnanot.com

Scopri tutte le migliori degustazioni da non perdere nel 2019

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *