Cosa significa Brut in etichetta

Cosa significa Brut in etichetta

Sull’etichetta degli spumanti vengono riportate diciture tecniche come: Pas dosé, Extra brut, Brut, Extra dry, Dry, Demi sec o Doux. Ma cosa significa? È la scala di dolcezza degli spumanti in base alla quale si classificano questi vini. In questa scala, Brut significa che il vino spumante è secco (non dolce). Entrando più nel dettaglio il residuo zuccherino deve essere tra i 6 e i 12 grammi per litro di vino.

Per quale motivo è importante sapere il grado di dolcezza di uno spumante

Conoscere il grado di dolcezza di uno spumante è molto importante, anzi fondamentale, perché ci dice quando consumare quel vino: l’essere dolce o secco cambia l’occasione di utilizzo e il suo abbinamento con il cibo.

Tabella zuccheri spumanti

  • Pas dosé o dosaggio significa che il residuo zuccherino è inferiore a 3 g/l (lo spumante non ha subito aggiunta di zucchero dopo la presa di spuma)
  • Extra brut significa che il residuo zuccherino è tra 3 e 6 g/l
  • Brut significa che il residuo zuccherino è tra 6 e 12 g/l
  • Extra dry significa che il residuo zuccherino è 12 e 17 g/l
  • Sec, secco o dry significa che il residuo zuccherino è tra 17 e 32 g/l
  • Demi sec, abboccato o medium dry significa che il residuo zuccherino è residuo zuccherino tra 32 e 50 g/l
  • Doux, dolce o sweet significa che il residuo zuccherino è superiore a 50 g/l

Perché questi termini possono generare confusione

I termini che indicano il grado di dolcezza di uno spumante spesso generano confusione perché possono essere citati in più lingue: francese, inglese e italiano. Ad esempio: se c’è scritto Sec, o Dry, o Secco ci aspettiamo un vino con un residuo zuccherino minimo, invece questa terminologia indica un vino morbido.

Fonte ufficiale tabella zuccheri spumanti

La classificazione degli spumanti è prevista dal reg. C.E.E. n° 6072009 – allegato XIV  e deve essere obbligatoriamente riportata in etichetta.