Quali vini abbinare al pesce? Ecco 5 ottimi bianchi premiati dalle guide specializzate sotto i 15 euro che ci offrono una panoramica della grande varietà italiana dal nord al sud.

Il Pinot Grigio è un vino raffinato e delicato, che sa come esaltare innumerevoli ricette a base di pesce. In particolare, abbiamo scelto una cantina del Nord-Est, la Maso Poli che propone un Pinot Grigio Trentino DOC a 12 euro, delizioso accompagnamento di piatti a base di salmone o cernia come bocconcini e scaloppine. Ma anche perfetto per i risotti in bianco con condimento ittico, come quello alla pescatora. Perfetto per lo scorfano al forno con i peperoni oppure per una tartara di pesci al kiwi. In generale è la scelta giusta per chi ama il pesce cotto al forno.

Ci spostiamo poi in Valle d’Aosta nell’azienda Cave Mont Blanc per assaggiare il Blanc de Morgex et de La Salle DOC a 10 euro, vino dal fascino particolare ricavato da uve raccolte nei vigneti tra i più alti d’Europa. Ottimo come aperitivo, trova il giusto abbinamento di sapori con antipasti delicati e con la trota di montagna.

Arriviamo nel Centro Italia, dove la cantina Lamelia produce un grande classico delle Marche: il Verdicchio di Matelica DOC San Vito a 8 euro. L’accoppiata perfetta è con un piatto simbolo della tradizione il brodetto, ma è la scelta giusta anche con il pesce spada alla griglia.

Non si poteva non fare tappa nella regione Campania con il suo famoso Greco di Tufo DOCG prodotto in versione Vintage dalla storica cantina Mastroberardino a 15 euro, perfetto con una grigliata mista di pesce.

Ed infine è la Sicilia a regalarci l’ultimo importante bianco prodotto dai Conti Tasca d’Almerita, il Catarratto Antisa Sicilia DOC a 10 euro, un vino coltivato a 900 metri che ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Si abbina con pietanze leggere e delicate, in particolare i crostacei.

(I prezzi medi indicativi hanno come fonte i principali siti di vendita online. Clicca sulla foto per lo zoom)

Clicca sulla foto per lo zoom

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *