Slow Wine Fair: anticipazioni edizione 2023

La seconda edizione di Slow Wine Fair si terrà a Bologna dal 26 al 28 febbraio 2023. In attesa dei dettagli, ecco alcune anticipazioni. Sono oltre 3000 i vini in degustazione e più di 550 espositori da 16 paesi del mondo. Tra questi troviamo i produttori che aderiscono alla rete internazionale della Slow Wine Coalition e che portano avanti i princìpi messi per iscritto nel Manifesto Slow Food per un vino buono, pulito e giusto: la sostenibilità ambientale, la tutela del paesaggio e il ruolo culturale e sociale che le aziende vitivinicole possono giocare nei territori in cui operano.

Moscato passito di Strevi, Piemonte, Presidio Slow Food

Anticipazioni

  1. Tra le conferme in calendario: le masterclass, le conferenze, gli appuntamenti in Arena e ovviamente le degustazioni del banco di assaggio;
  2.  La fiera ha una forte connotazione B2B e si rivolge principalmente a un pubblico professionale horeca e della Gdo, mentre all’apertura al pubblico di appassionati è dedicata la domenica pomeriggio.
  3. Anche nell’allestimento il visitatore potrà sviluppare un percorso omogeneo grazie a un layout fatto di spazi uguali per tutti gli espositori, organizzati in isole territoriali sia per le cantine italiane che per le straniere.
  4. Ampliamento delle referenze merceologiche per l’horeca estendendo agli spirits e agli amari la possibilità di partecipare;
  5. Un settore della fiera sarà dedicato ai produttori di soluzioni tecnologiche innovative, impianti, attrezzature e servizi connessi alla filiera del vino, i veri partner della sostenibilità;
  6. Online dal 23 novembre su https://slowinefair.slowfood.it/ la biglietteria e la possibilità di prenotare le prime masterclass in programma.
Rancio sec del Rousillon, Francia, Presidio Slow Food

Perché partecipare

  • Un evento unico nel suo genere che offre ai partecipanti la possibilità di trovare in un solo luogo il meglio della produzione artigiana e sostenibile italiana e internazionale.
  • Per conoscere le storie degli oltre 550 produttori coinvolti, e scegliere tra le oltre 3000 etichette in degustazione.
  • Oltre all’Italia, sono 15 i Paesi rappresentati con i loro produttori: Austria, Argentina, Brasile, Cile, Croazia, Francia, Georgia, Germania, Lussemburgo, Macedonia Del Nord, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Turchia.
  • Troverai una selezione di vini realizzati nel rispetto dell’ambiente, con amore per il paesaggio e anche per il bene della comunità agricola di riferimento, e nel rispetto di collaboratori e dipendenti.
  • Fino ad oggi (27 gennaio) sono 6 le masterclass in programma tra queste una dedicata al Caucaso e agli champagne della Maison Lombard.
Uva madrasa, Azerbaijan, Presidio Slow Food

Come partecipare

Dove: Bologna – BolognaFiere, Viale della Fiera 20.
Quando: 26 febbraio 12:00-19:00 / 27 febbraio 10:00-18:00 / 28 febbraio 10:00-16:00.
Costo ingresso visitatori: gli appassionati possono accedere all’evento nella giornata del 26 febbraio, a un costo di 39€. I biglietti sono acquistabili online e, nei giorni dell’evento, presso le casse fisiche. Dal 20 gennaio al 14 febbraio gli appassionati possono inoltre accedere alla Promo San Valentino, che dà diritto a un’importante scontistica sui biglietti di ingresso.
Sconti: Soci Slow Food, soci Fisar e studenti Unisg hanno diritto a un codice coupon di sconto che sarà inviato loro via mail insieme a un link per la validazione.
Professionisti: l’ingresso ha un costo di 20 euro un giorno, 30 due giorni e 40 tre giorni.

Informazioni: slowinefair.slowfood.it

Varenik di Pelješac, Croazia, Presidio Slow Food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciassette + cinque =