Slow Wine Fair: in un solo luogo il meglio della produzione artigiana e sostenibile mondiale

La seconda edizione di Slow Wine Fair si terrà a Bologna dal 26 al 28 febbraio 2023. In attesa dei dettagli di seguito trovi l’articolo che abbiamo dedicato alla precedente edizione.

Prima edizione per Slow Wine Fair: la manifestazione internazionale dedicata al vino buono, pulito e giusto. Hanno già confermato la propria presenza oltre 500 cantine, con 3000 etichette da 18 paesi del mondo. L’appuntamento è a Bologna dal 27 al 29 marzo 2022. L’evento, organizzato da BolognaFiere con la direzione artistica di Slow Food, si rivolge agli appassionati, agli addetti ai lavori e alla stampa nazionale e internazionale. Inoltre, Slow Wine Fair rappresenta la prima occasione di incontro tra i membri della Slow Wine Coalition, la comunità di produttori, professionisti e appassionati che si riconosce nel Manifesto Slow Food. L’obiettivo della rete è quello di avviare una rivoluzione del vino all’insegna di sostenibilità ambientale, tutela del paesaggio e crescita sociale e culturale delle campagne.

Moscato passito di Strevi, Piemonte, Presidio Slow Food

Perché partecipare

  • Un evento unico nel suo genere che offre ai partecipanti la possibilità di trovare in un solo luogo il meglio della produzione artigiana e sostenibile italiana e internazionale.
  • Per conoscere le storie degli oltre 542 produttori coinvolti, e scegliere tra le oltre 3000 etichette in degustazione.
  • Oltre all’Italia, sono 18 i Paesi rappresentati con i loro produttori: Albania, Austria, Argentina, Bosnia Erzegovina, Brasile, Bulgaria, Cile, Croazia, Francia, Grecia, Macedonia Del Nord, Montenegro, Perù, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovenia, Spagna, Uruguay.
  • Troverai una selezione di vini realizzati nel rispetto dell’ambiente, con amore per il paesaggio e anche per il bene della comunità agricola di riferimento, e nel rispetto di collaboratori e dipendenti.
  • Nove le masterclass in programma che permetteranno di approfondire la conoscenza dei vini di alcune tra le denominazioni, i Domaines, le Maisons, gli Châteaux e i Weingüter più iconici, grazie alla voce di profondi conoscitori delle zone scelte. Ad esempio, per la prima volta nel panorama italiano, sarà possibile assaggiare i vini cinesi, rappresentati da cinque cantine, e ascoltare i racconti di Lan Liu, curatore della prima guida Slow Wine ai vini della Repubblica Popolare Cinese.
Uva madrasa, Azerbaijan, Presidio Slow Food

Chi e che cosa ci sarà nella tre giorni bolognese?

Aziende di piccole e medie dimensioni che nella maggior parte dei casi non sono nemmeno distribuite in Italia. Un’occasione irripetibile quindi sia per i professionisti che potranno selezionarle che per il pubblico che potrà assaggiare etichette che nella maggior parte dei casi non sono state mai assaggiate in Italia, e spesso addirittura in Europa» sottolinea Giancarlo Gariglio, coordinatore internazionale della Slow Wine Coalition.

Rancio sec del Rousillon, Francia, Presidio Slow Food

Come partecipare

Dove: Bologna – BolognaFiere, Viale della Fiera 20.
Quando: 27-29 marzo 2022.
Costo ingresso visitatori: 59 euro.
Sconti: Soci Slow Food, soci Fisar e studenti Unisg hanno diritto a un codice coupon di sconto che sarà inviato loro via mail insieme a un link per la validazione. Il biglietto ha un costo di 49 euro.
Professionisti: l’ingresso ha un costo di 39 euro per le giornate di domenica e di lunedì e 29 euro per la giornata di martedì. Abbonamenti scontati: 75 euro tre giorni, 55 abbonamento di due giorni.

Informazioni: slowinefair.slowfood.it

Varenik di Pelješac, Croazia, Presidio Slow Food

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

4 × uno =