La prima annata di Moros, il Salice Salentino Riserva da sole 6mila bottiglie ad anno, che dà il nome alla cantina di Claudio Quarta nel cuore del Negroamaro e della DOP Salice Salentino, conquista le grandi penne americane e il palato dei più grandi giudici internazionali del vino. Robert Parker sul suo The Wine Advocate e Wine Spectator hanno infatti assegnato entrambi un prestigioso 90/100 alla prima annata del Moros, la pregiata vendemmia 2012, ormai etichetta da collezione, ad appena un anno dal suo debutto sul mercato internazionale.

Tanta emozione per questo risultato straordinario “che ci ripaga – commenta Claudio Quarta – degli sforzi e dell’impegno spesi per una sfida emozionantissima: ottenere un cru d’eccellenza da viti che hanno più di trent’anni, isolare l’intero processo produttivo per mantenere l’essenza autentica di un vino, il Salice Salentino, cha ha scritto la storia di questo territorio, e quindi dedicare solo ed esclusivamente ad esso la nostra piccolissima cantina. Dove applichiamo un concetto unico: “Un Vigneto, una Cantina, un Vino”. È un sogno che si avvera”.

La Bottaia della piccolissima Cantina Moros. Dove si produce un solo vino, l’omonimo Moros

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *