Per la prima volta, Vinitaly pubblica un libro con i migliori vini italiani divisi in categorie e alcune chicche mondiali da Cina, Africa, Canada, Francia, Croazia, Slovenia, Turchia e Grecia. A conquistare la vetta di 5 Star Wines – the Book 2017 sono Piemonte e Toscana con Banfi, che ottiene il riconoscimento Cantina dell’Anno, e Agricola Marrone, produttore del Miglior Vino Italiano: il Barolo Bussia 2013 (96/100).

Castello Banfi eletta Migliore Cantina dell’Anno nel 2017 (ph. I.Franchini)

Il quadro regionale riserva delle sorprese. Il maggior numero di referenze sono del Veneto, al primo posto, seguito dal Piemonte. Grande successo per le due isole italiane Sicilia e Sardegna, che superano per numero di etichette presenti un gigante come la Toscana.

Per quanto riguarda i singoli vini, c’è il grande exploit dell’Emilia Romagna con due ori per le categorie Miglior Vino Frizzante e Miglior Spumante rispettivamente per il Colli Piacentini Malvasia Frizzante 2016 (93/100) della Cantina Sociale di Vicobarone e per il Brut Rosé Unique 2014 (94/100) prodotto da Medici Ermete.

Agricola Marrone, la cantina. Il Barolo Bussia 2013 è stato eletto Miglior Vino dell’Anno 2017

Bene anche Sardegna e Lazio in pool position per quanto riguarda bianchi e rosati. Ottiene infatti 95/100 il Vermentino di Gallura Vendemmia Tardiva Sciala 2015 di cantine Surrau e 92/100 l’IGP Rosato Albiola 2016 di Casale del Giglio.

Rimaniamo sull’isola dei Nuraghi per il Gran Premio della Giuria che va alla Vernaccia di Oristano Superiore Juighissa 2008 (95/100) della Cantina della Vernaccia. Mentre è di un’altra isola il Miglior Prezzo-Piacere: la Sicilia con il Marsala Vergine Riserva Dry 2000 (90/100) di Pellegrino in ex-equo con il Valdobbiadene Superiore di Cartizze Dry 2016 (93/100) Le Bertole di Bertolin.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *