Ha sbaragliato la concorrenza di ben 2.688 vini di altissimo lignaggio arrivati da tutto il mondo. Cantine del Notaio, una delle più antiche aziende viniviticole lucane, di Rionero in Vulture (Potenza) ha conquistato il Premio speciale Gran Vinitaly 2018: Cantina dell’anno della guida 5StarWines the Book.

Cantine del Notaio è stata scelta tra 935 aziende vinicole provenienti da 14 nazioni. Tra queste: Italia, Australia, Stati Uniti, Argentina, Spagna, Slovenia, Israele, Croazia, Azerbaijan, Ucraina; Francia, Albania, Cile e Ungheria. Ottenendo la media punteggio più elevata con tre vini in almeno due tipologie diverse.

Cantine del Notaio. Le grotte storiche

Diverse sono le etichette di Cantine del Notaio premiate alla manifestazione. Tra cui il Rogito, il Repertorio e il Sigillo. Una realtà che si tramanda da 7 generazione e che vede oggi alla guida Gerardo Trabocchetti: “Un traguardo che rappresenta motivo d’orgoglio per l’intera regione – commenta – perché la Basilicata è piena di vitigni straordinari capaci di regalare ai viticoltori lucani grandi soddisfazioni”.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *