In alto i calici! Siamo in uno dei territori spagnoli più rinomati per i vini rossi. Ma non solo, perché la Rioja riserva in realtà mille sorprese. Dalla gastronomia tipica, alle terme libere fino ai parchi giurassici. Ecco, allora, cosa degustare, cosa vedere e cosa fare in uno degli angoli più sorprendenti della Spagna settentrionale.

Rioja Alavesa. Bodega Herederos del Marques de Riscal. La città del vino –cantina, albergo, ristorante e museo- progettata da Frank Gehry

1 Degustate i vini più rinomati della Spagna

La Rioja è sinonimo di vino. In questa regione, infatti, si producono i nettari spagnoli più rinomati a livello internazionale. Il vitigno più rappresentativo è il Trempanillo, che si caratterizza per gli aromi di ciliegia e lamponi, frutta secca e note di rosa. Con l’invecchiamento si apre a sentori più complessi di vaniglia e cuoio. Inoltre, sempre maggiore interesse sta catalizzando il Trempanillo blanco (il sommelier Michel Magoni del Ristorante Marzapane di Roma consiglia di provare la versione Reserva con la carbonara). Tra le migliori cantine da provare: La Rioja Alta, Marques de Riscal e Marques de Murrieta

2 Scoprite la gastronomia tipica a Calle del Laurel

L’appuntamento imperdibile per i foodies è a Calle del Laurel, nel centro storico di Logroño, capoluogo della comunità autonoma di La Rioja. In poche centinaia di metri, c’è una concentrazione incredibile di bar e ristoranti (oltre una sessantina) che offrono specialità gastronomiche tipiche (pinchos) accompagnate dai vini della tradizione. Cosa assaggiare? Patate con chorizo: un salume speziato alla paprica, costolette di agnello arrostite sulla brace dei sarmenti o baccalà alla riojana: un incontro di sapori tra pesce e peperoni rossi. E come dessert i fardelejos, a base di mandorla, che rimandano alla tradizione araba oppure i Soto en cameros pasticcini di marzapane.

Calle del Laurel, nel centro storico di Logroño

3 Fate un viaggio nel tempo per ripercorrere le orme dei dinosauri

Che ne dite di visitare un parco con migliaia di vere impronte di dinosauro? Ecco un’altra particolare esperienza da fare in Rioja. I siti della Spagna che conservano le “orme” di questi giganti ormai estinti sono tra i più importanti del mondo per la quantità, la qualità e la varietà delle tracce custodite. Da non perdere, allora, una visita a Enciso. Il Centro di Paleontologia è il punto di partenza ideale per fare un viaggio nel tempo all’interno del parco giurassico. Ogni tanto vi imbatterete in enormi bestioni riprodotti a grandezza naturale, e quando sarete stanchi di camminare, potrete fermarvi in aree gioco con la possibilità di fare pic-nic.

4 Scoprite il luogo leggendario dove è nata la lingua spagnola

Le terre de La Rioja sono ammantate di storia e leggende grazie ai tanti monasteri. Se di alcuni non restano che le vestigia, molti altri sono rimasti intatti nei secoli. Anche per quanto riguarda l’attività delle comunità religiose. I più celebri sono sicuramente i Monasteri di Suso e Yuso a San Millán de la Cogolla. Sono stati inseriti nella prestigiosa lista UNESCO come Patrimonio dell’Umanità perché considerati una testimonianza eccezionale dell’introduzione e della sopravvivenza del monachesimo cristiano, dal VI secolo ai giorni nostri. Ma ancor di più, è proprio qui che è nata la lingua spagnola moderna scritta e parlata, usata oggi da più di 500 milioni di persone in tutto il mondo.

i Monasteri di Suso e Yuso a San Millán de la Cogolla

5 Immergetevi in acque termali libere circondati da una natura strabiliante

Le Pozas di Arnedillo sono un po’ l’equivalente delle terme di Saturnia in Italia. Sono piscine di acqua con proprietà benefiche per la salute. Si trovano a margine del fiume Cidacos e si accede liberamente (non si paga l’ingresso). Note già ai tempi dei Romani, sono sempre aperte. La temperatura costantemente calda permette di godere di queste terme durante tutto l’arco dell’anno, a qualsiasi ora del giorno. Non mancano, naturalmente impianti termali che permettono di usufruire di trattamenti benessere più completi come al Balneario de Arnedillo.

6 È da qui che passa una parte del Cammino di Santiago

Il Cammino di Santiago in questa regione consente di attraversare i vigneti, conoscere famose leggende medievali come la battaglia di Clavijo e di ammirare i paesaggi sempre mutevoli

Il Cammino di Santiago, primo itinerario culturale europeo e Patrimonio dell’Umanità, è uno dei percorsi turistici più frequentati dai viaggiatori per conoscere la storia, l’arte e la cultura de La Rioja. A Logroño convergono il cosiddetto Cammino francese, che proviene dai Pirenei passando dalla Navarra e dall’Aragona, e l’Itinerario dell’Ebro, che dal Mediterraneo segue l’antica strada romana tra Tarragona e Astorga, passando da Alfaro, Calahorra e Varea. Il Cammino di Santiago in questa regione consente di attraversare i vigneti, conoscere famose leggende medievali come la battaglia di Clavijo e di ammirare i paesaggi sempre mutevoli.

INFO E ITINERARI TURISTICI
La Rioja Turismo  lariojaturismo.com
La Rioja Turismo Facebook @turismodelarioja
Turismo Spagnolo/Itinerari/Vini della Rioja  www.spain.info
Iitinerario enoturistico della Rioja Alta  www.spain.info
Cantina La Rioja Alta  www.riojalta.com
Cantina, ristorante e albergo Marqués De Riscal www.marquesderiscal.com
Instituto Cervantes Roma www.roma.cervantes.es/it/
Portal for the promotion of Spanish culture/Rioja www.spainisculture.com

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *