Sono estremi. E vengono da tutto il mondo. Sono i vini da viticoltura eroica! Ecco i migliori secondo il concorso Mondial des Vins Extrêmes. Il massimo riconoscimento per l’edizione 2018 va a 5 etichette da Italia, Svizzera, Cile e Slovenia che si aggiudicano la Gran Medaglia d’Oro.

Quali sono i migliori vini eroici al mondo?

L’Italia eccelle nei passiti, conquistando ben 2 riconoscimenti sui 5 totali. Infatti, nella categoria Vini Dolci troviamo due campioni delle scorse edizioni. Si tratta del Passito di Pantelleria Shamira da uve Zibibbo della cantina Basile e del ‘Nantropò da uve Ansonica prodotto sull’Isola del Giglio da Fontuccia. La Svizzera arriva al vertice, invece, nella categoria dei Vini Bianchi Tranquilli con il Viogner in anfora, Lettres de Noblesse Aigle Chablais A.O.C., della cantina Badoux Vins Sa. Per quanto riguarda i vini rossi, si registra l’exploit di Cile e Slovenia. Dalla Cordigliera delle Ande arriva un Syrah prodotto ad altitudini da capogiro, fino ai 2.206 metri s.l.m. Si tratta del Rhu Valle de Elqui D.O. della cantina Viñedos de Alcohuaz. Mentre il Collio Sloveno stupisce con un Merlot in purezza fermentato e maturato in legno. Il Bagueri della cantina Klet Brda.

Le menzioni speciali italiane

  • Il Premio Speciale è stato assegnato alla Cantina Sardus Pater nell’isola di Sant’Antioco in Sardegna. Alla quale va anche il Premio Originale per il vino Is Arenas: un Carignano del Sulcis Riserva. Per approfondire leggi anche l’articolo 5 vini straordinari ricavati da rari e antichi vigneti a piede franco.
  • Doppio riconoscimento anche per il passito da uve Ansonica della cantina Fontuccia prodotto sull’Isola del Giglio in Toscana. Si tratta del ‘Nantropò a cui va il Premio Eccellenza e il Premio Piccole Isole. Tra l’altro è l’unica etichetta italiana Gran Medaglia d’Oro lo scorso anno.
  • Il Premio Futuro, invece, è stato assegnato a Pietro Monti, giovane imprenditore che ha fondato la cantina Roccasanta nell’Alta Langa piemontese.
  • Tosca Comi conquista il Premio Donna, per la tenacia e la dedizione nel portare avanti il progetto dell’Azienda Agricola Tosca a Pontida in Lombardia. Inoltre, il suo Agriturismo Polisena è il primo certificato Climahotel in Italia.

Leggi la classifica ufficiale del Mondial des Vins Extrêmes 2018

I migliori vini italiani delle precedenti edizioni

2017 – Unico piazzamento italiano nella sezione Gran Medaglia d’Oro è un passito toscano, da uve Ansonica. È il ‘Nantropò prodotto sull’Isola del Giglio da Fontuccia. Ex equo, nella categoria Vini Dolci, la Germania e la Grecia.

2016 – Il miglior vino eroico italiano è il Passito di Pantelleria Shamira della cantina Basile.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *